il progetto





Fiorinsieme 2016 - Progettare il futuro

L’edizione 2016 di Fiorinsieme è legata al concetto di benessere, requisito imprescindibile per progettare il futuro in modo intelligente, ed in particolare l’obiettivo di quest'anno è quello di sottolineare l'importanza del paesaggio come strumento per produrre il benessere.

Quest'ultimo può essere meglio articolato in tre aspetti che ne riassumono le diverse sfumature:
a. Serenità, che riguarda una dimensione psicologica-spirituale;
b. Salute, che concerne al benestare corporeo;
c. Benessere, che racchiude i precedenti termini e li amplia indicando uno stato armonioso di salute, forze fisiche e spirituali, in sintonia con la natura.

Ad ogni tematica sarà dedicata una specifica zona della piazza in modo da ottenere tre macro-settori al cui interno le diverse aziende private realizzeranno il proprio allestimento, in linea con il tema assegnato. Al fine di legare le varie zone tra di loro in modo da ottenere un risultato omogeneo, è stato individuato un elemento di connessione e relazione: il bosco urbano. Questo bosco andrà ad inserirsi tra i vari stand degli espositori creando suggestioni, suggerendo percorsi preferenziali e ricreando l’ambiente del bosco in città.

In particolare si vuole riportare il bosco laddove un tempo era presente, invertire la tendenza, creando ed inserendo nei tessuti e nei diversi contesti della città, veri e propri boschi urbani. Il termine è composto da “bosco” come entità biologica naturale, ben definita, formata da differenti ecosistemi in equilibrio, ed “urbano” in genere associato ad elementi artificiali, al disordine ecologico al degrado e all’inquinamento diffuso. Strutturalmente l’area di un bosco urbano, da collocarsi in zone ad elevato inquinamento, dovrebbe essere realizzata, il più possibile, come massa “compatta” di vegetazione arborea ed arbustiva. A queste aree però, in particolare quelle protette da fasce periferiche o all’interno di queste stesse, è possibile dare una connotazione sociale, oltre che ambientale: in pratica possono svolgere più funzioni, tra cui quella ricreativa assomigliando così ad un parco. E’ importante una progettazione corretta della vegetazione, la quale ormai negli ambienti urbani ha un ruolo fondamentale per la salute fisica dei cittadini e per l’azione di compensazione che il verde svolge sul piano psichico rispetto allo stress generato dall’attività sociale.

In relazione al concetto di benessere e bosco urbano, verranno realizzati percorsi sensoriali volti all’esaltazione dell’esperienza naturalistica nel bosco e del contatto con la natura, interessanti per poter vivere il bosco urbano a 360 gradi. La realizzazione di percorsi sensoriali in progetti di landscape architecture è negli ultimi anni sempre più sperimentata e applicata, per la funzione estetica, terapeutica ed emotiva che essi hanno, e per il ruolo ludico-formativo che questi percorsi ricoprono, dando l’occasione anche ai più giovani di avvicinarsi al mondo botanico e imparare divertendosi. Il percorso sensoriale è un’area in cui i sensi vengono stimolati al fine di generare sensazioni ed emozioni speciali in coloro che lo visitano; vista, olfatto, udito, gusto e tatto diventano protagonisti guidando le persone alla scoperta del mondo naturale e aiutandole a raggiungere uno stato di totale armonia con esso. Alcuni elementi chiave che ricorrono nei percorsi sensoriali sono i giochi di luce e acqua, i profumi, le composizioni cromatiche, l’integrazione di forme e la sperimentazione di materiali.


Scopri il Progetto nel dettaglio »



PROGETTISTI

RIZZINELLI&VEZZOLI ARCHITETTI ASSOCIATI
Via Cefalonia 41/A, 25124 Brescia
Tel. +39 030 2422284 - Fax. +39 030 2451147 - info@rizzinellivezzoli.it


www.rizzinellivezzoli.it